Naruto Jinchuuriki

Il sito di naruto dove parlare liberamente del anime del manga e tanto altro ancora, unisciti a noi
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

richiesta... (compiti del cacchio XD)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso
Autore Messaggio
.:NaRuTo'93:.
Utente
avatar


Età : 24 Data d'iscrizione : 30.12.07 Numero di messaggi : 38 Località :

MessaggioOggetto: richiesta... (compiti del cacchio XD) Ven Lug 11, 2008 4:57 pm

allora cm ogni anno nn mi posso godere l'estate xk mi riempiono d compiti (xk la chiamano vacanza mah...)

mi hanno dato da leggere 3 libri:

- uno d 50 pag (x fortuna XD) ke mi leggo dopo
- la fabbrica d cioccolato (mi guardo il film XD)

e poi il libro da cui deriva la richista:
si tratta del mitico (ma dove XD): AIUTAMI TU di PAOLO DI STEFANO

qualcuno di voi l'ha letto? (ditemi si vi prego XD)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dario Uchiha
Founder
Founder
avatar


Età : 24 Data d'iscrizione : 30.12.07 Numero di messaggi : 5027 Località : Konoha
Foglio di personaggio
Vita:
50/50  (50/50)
Chakra:
50/50  (50/50)
Descrizione ed armi:

MessaggioOggetto: Re: richiesta... (compiti del cacchio XD) Ven Lug 11, 2008 5:00 pm

in sintesi

Pietro, tredici anni, scrive a Marianna, la chiama con mille nomi diversi oppure la contrae in una M puntata. Sappiamo che Marianna è una presenza sfuggente, anche eroticamente sfuggente, ma, aspetto ben più decisivo, sappiamo che è il suo unico interlocutore. E Pietro scrive. Scrive perché ha assolutamente bisogno di raccontare, di evocare desideri, di squadernare misteri, di dare una forma al caos della sua vita famigliare. Pietro e la sorellina, altrimenti chiamata “la mocciosa”, sono in balia dei genitori che si detestano e di una coppia di anziani baciapile, i Nespola, ai quali spesso vengono affidati.

Vicini di casa e legati alla madre da un oscuro legame di dipendenza, i Nespola ammanniscono cibi ributtanti, pregano, tramano nell’ombra e sparlano del padre. Pietro e la sorellina capiscono che se l’ostilità fra i genitori diventa sempre più profonda è anche perché l’intrusione dei Nespola si fa sempre più minacciosa. Pietro addensa intorno a questa minaccia cupe fantasie di terroristi, di rapimenti, di delitti.
Di tanto in tanto coglie sprazzi luminosi, quasi la realtà volesse lasciare intendere che una beatitudine esiste: un sorriso della madre, una gita al lago con il padre, il seno generoso della compagna di banco. Ma sono tracce sempre più sottili. Pietro vuole una vita normale. La vuole per sé e per la “mocciosa”. Vuole giustizia. E per avere giustizia, è pronto a tutto. È pronto a tradurre in un concreto piano di liberazione quello che era solo il sobbollire di un’immaginazione sofferente
_________________
Dario Uchiha





Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://narutojinchuriki.forumattivo.com
Dario Uchiha
Founder
Founder
avatar


Età : 24 Data d'iscrizione : 30.12.07 Numero di messaggi : 5027 Località : Konoha
Foglio di personaggio
Vita:
50/50  (50/50)
Chakra:
50/50  (50/50)
Descrizione ed armi:

MessaggioOggetto: Re: richiesta... (compiti del cacchio XD) Ven Lug 11, 2008 5:04 pm

ecco a te la recensione :lol!:


Paolo Di Stefano si è laureato in filologia romanza con Cesare Segre, ha lavorato per Einaudi ed è stato inviato del "Corriere della Sera". Con Feltrinelli, ha pubblicato tre romanzi e una raccolta di reportage sulla famiglia italiana, dall'eloquente titolo di La famiglia in bilico . I dati sopraelencati sono parte dell'extratesto di Aiutami tu , quarto romanzo di un autore che ha scritto spesso di infanzia e adolescenza.
Tredicenne, quindi adolescente è, per cominciare, Pietro Baldi, che Di Stefano fa conoscere attraverso 164 lettere indirizzate a una Marianna, di cui è innamorato sebbene lei abbia il doppio dei suoi anni. L'epistolario non include le risposte della ragazza (che non ne dà, come chiariscono le due annotazioni poste come incipit ed explicit del romanzo) e si presenta sotto una struttura duplice. Da un lato, prevalente, quella del monologo molto articolato, pieno della vita vera, dei sogni e soprattutto delle inquietudini e dei terrori di un bambino che sta per attraversare una specie di linea d'ombra; dall'altro, forse implicito, quella del canzoniere d'amore in prosa.
Di Stefano ha avuto dimestichezza con il genere dai tempi dell'università, e lo dimostra per i due terzi della narrazione, legando una lettera all'altra con autentiche coplas capfinidas (per esempio: l'ultimo capoverso di una lettera attacca: "Ho pensato che dovremmo allearci" e la lettera successiva comincia così: "Cara alleanza"). Nelle lettere, oltre alla fantasia onomastica di Pietro, vengono fuori paure più che giustificate. I genitori sembrano sul punto di separarsi, e a un certo punto lo fanno; Pietro e la sorellina, una bimbetta vivacissima identificata come la Mocciosa, vengono trasferiti da una coppia di vicini repellenti, i Nespola, dei quali si scopre che taglieggiano i Baldi. Una "famiglia in bilico" in piena regola, della quale i Nespola, descritti con ferocia espressionistica forse poco adatta a un tredicenne, sono il negativo.
Pietro enuncia la sua aspirazione prima a bassa voce, intercalandola nelle descrizioni invaghite e un po' deliranti delle continue, presunte scomparse e apparizioni di Marianna dal suo orizzonte; poi la fa diventare un'ossessione. Il tredicenne aspira alla normalità, e in un primo tempo imputa a non meglio identificati terroristi quello che gli succede: "Mi stanno sempre più addosso, a me e alla mocciosa. Aiutami tu". "Aiutami tu" non è soltanto il titolo del libro, ma l'azzeccato leitmotiv di questo peculiarissimo monologo, che sarebbe costruito al modo di un epistolario d'amore in vita di Marianna, se il pensiero della morte non lo innervasse fino alla sua risoluzione.
Si può legittimamente obiettare che il tredicenne Pietro Baldi dimostra, e a tratti ostenta, una consapevolezza linguistica inadeguata alla sua età e ai suoi studi. Può esser vero, ma questo ridurrebbe Aiutami tu a un reportage; e non è il caso. Fosse stata scritta in Russia un secolo fa circa, la storia che si racconta in questo libro sarebbe stata studiata da Propp e ovviamente inserita nella sua Morfologia della fiaba ma, più ancora, nelle Radici storiche dei racconti di magia . A queste si ricollegano in maniera scoperta e senz'altro intenzionale l'episodio della separazione dei bambini Baldi dalla famiglia e la loro autentica deportazione presso la casa dei tremendi coniugi Nespola (la foresta misteriosa). Il finale si distacca però in modo molto netto da qualunque griglia interpretativa preconfezionata. La vittoria sul cattivo, in questo caso sui due cattivi, avviene in maniera quasi grottesca, rivelando in Di Stefano una sapienza per la costruzione teatrale già evidente nelle pagine migliori di Tutti contenti - altro romanzo in cui la collisione fra adulti e bambini era materia costitutiva dell'intreccio.
Anche qui, come nel suo fortunato predecessore, Paolo Di Stefano si schiera senz'altro dalla parte dei bambini. Il mondo che tanto spaventa Pietro Baldi e la sua sorellina mocciosa (però simpaticissima: senz'altro l'attrice protagonista che resta più impressa nella memoria del lettore) è privo di senso del dovere, di etica, di rispetto per il prossimo. Sono i valori cui, senza forse neppure conoscerli con questi nomi, Pietro anela: anche nella quasi commovente storiellina d'amore vero con la compagna di classe Blerina, della quale adora "il ginocchio e le tette" e di cui dice che è la Madonna. Fantasie più che fantastiche di un bambino che diventa adulto prima del tempo, e a ciò non sa opporre nulla se non la parola. Non la bellezza, direbbe Pietro avesse letto Dostoevskji, ma il lògos salverà il mondo.
_________________
Dario Uchiha





Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://narutojinchuriki.forumattivo.com
kiubinoyoko
Revolution member
Revolution member
avatar


Età : 24 Data d'iscrizione : 29.02.08 Numero di messaggi : 434 Località : konoha
Foglio di personaggio
Vita:
50/50  (50/50)
Chakra:
50/50  (50/50)
Descrizione ed armi:

MessaggioOggetto: Re: richiesta... (compiti del cacchio XD) Ven Lug 11, 2008 5:06 pm

sei grande dario
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dario Uchiha
Founder
Founder
avatar


Età : 24 Data d'iscrizione : 30.12.07 Numero di messaggi : 5027 Località : Konoha
Foglio di personaggio
Vita:
50/50  (50/50)
Chakra:
50/50  (50/50)
Descrizione ed armi:

MessaggioOggetto: Re: richiesta... (compiti del cacchio XD) Ven Lug 11, 2008 5:07 pm

giuseppe non sporcare i topik delle rikieste
_________________
Dario Uchiha





Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://narutojinchuriki.forumattivo.com
pain rin'negan
Admin
Admin
avatar


Età : 24 Data d'iscrizione : 30.01.08 Numero di messaggi : 3081 Località : Villaggio della Pioggia
Foglio di personaggio
Vita:
50/50  (50/50)
Chakra:
50/50  (50/50)
Descrizione ed armi:

MessaggioOggetto: Re: richiesta... (compiti del cacchio XD) Ven Lug 11, 2008 5:41 pm

ahhhhhhhh mado finalmente l'hai messo al posto suo
_________________








Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato





MessaggioOggetto: Re: richiesta... (compiti del cacchio XD)

Tornare in alto Andare in basso

richiesta... (compiti del cacchio XD)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum: Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Naruto Jinchuuriki :: Zona svago! :: Off topic -



Questo forum è sotto la seguente licenza Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Questo forum non può essere riprodotto in nessuno delle sue parti.
Image and video hosting by TinyPic

Forum gratis su Forumattivo | © phpBB | Forum gratis di aiuto | Segnala un abuso su questo forum | Creare il tuo blog gratuito